SPOSARSI A CORTE

Questa antica corte medioevale offre la possibilità di realizzare matrimoni con rito civile ufficiale nella cornice di un ampio ed incantevole parco arricchito da 160 rose di 40 varietà differenti, ma in caso di avverse condizioni meteorologiche, gli ampi spazi interni che possono contenere fino ad un massimo di 200 persone. Agli sposi, in occasione della prima notte di nozze, viene omaggiato il pernottamento in suite.

BIBENDUM WEDDING

La filosofia che guida Bibendum da oltre 20 anni racconta di una ristorazione fatta ad arte, su misura, appassionata e sensoriale che possiamo definire come food experience.
Bibendum realizza infatti per voi catering nuziali dove i concept sono ispirati ai canoni dell’arte e della natura che rendono le presentazioni autentici quadri d’autore e panorami popolati da forme armoniose, colori vibranti e profumi seducenti grazie alla cucina d'eccellenza della executive Chef Marta Pulini, all'estro di Sabrina Lazzareschi e alla cura del dettaglio di Alessandra Giallombardo, responsabile della location, dove bibendum è catering interno.

WEDDING FOOD EXPERIENCE

Anche nel matrimonio, come in ogni altro evento, Bibendum ricerca e crea una food experience speciale. I nostri menù partono dall'individuazione delle migliori materie prime e seguono il rigoroso corso delle stagioni, mescolando cucine regionali e gusto internazionale. Il cibo per noi è una vera e propria opera d’arte che vestiamo in modi sempre differenti, grazie alla nostra esperienza ed alle collaborazioni con wedding designer e fioristi proponiamo mise en place personalizzate, in armonia con la location.

CENNI DI UNA STORIA CENTENARIA

Il  castello di Cerlongo, noto come  villa Magnaguti, è un’antica  roccaforte  situata a  Cerlongo, un piccola frazione del comune di  Goito, in  provincia di Mantova. La struttura, quasi certamente databile all’epoca medioevale, conserva inalterato l'originario impianto, tra cui alcuni edifici medievali e le opere difensive, come le tre torri e le mura perimetrali. L'edificio, appartenuto alle nobili famiglie Cocastelli e Magnaguti, nobile famiglia che si trasferì dal Polesine nel mantovano nel XVI secolo, è da sempre chiamata “la curt del cunt”, la corte del conte. Oggi negli edifici che furono residenza del personale di servizio sorge il Bed and breakfast, mentre le cucine sono state ricavate all’interno delle stalle.